Cerca nel Blog:

venerdì 27 gennaio 2012

Minestra di Riso e Porri

Minestra di Riso e Porri - http://cucinainmusica.blogspot.com/

Facile, veloce, economica e …. molto buona.
Con l'adeguamento della quantità di riso e di liquidi, e mantenendo inalterati gli altri ingredienti, possiamo prepararla, oltre che come minestra, anche come risotto.

Ingredienti per 3 porzioni
1 bicchiere di riso (se facciamo il risotto 3)
1 porro
1 zucchina
1 patata media
1 litro di brodo vegetale (o acqua ed estratto vegetale)
1 pizzico di prezzemolo secco
1 pizzico di basilico secco
1 pizzico di semi di finocchio
1 cucchiaio di olio d'oliva
2 foglie di alloro
sale

Procedimento
Preparare la zucchina tagliata in tre parti e poi a julienne, la patata a cubetti, il porro a rondelle (ne useremo solo metà, preferendo la parte terminale verso il verde).

Mettere il porro, con il brodo, tutti gli aromi, il sale e l'olio, a cuocere in pentola a pressione per 10 minuti, unire la zucchina e la patata e proseguire per altri 10 minuti.

Aggiungere il riso e continuare la cottura per il tempo indicato sulla confezione.

Servire con formaggio parmigiano o, se piace, mettere sul fondo della scodella una fetta di formaggio, tipo fontina o simile, e versarvi sopra la minestra calda per farlo filare.

mercoledì 25 gennaio 2012

Medaglioni di Lonza Farciti all'Ananas

Medaglioni di Lonza Farciti all'Ananas -http://cucinainmusica.blogspot.com/

Una semplice farcitura di prosciutto cotto e formaggio Gruyère, con al centro una fettina di ananas.
Due vie di cottura: al forno o il classico fritto.


Ingredienti per 9 medaglioni farciti
9 fette di lonza da 120 g circa (*)
9 fette di prosciutto cotto sgrassato
5 fette di ananas fresco (o conservato al naturale)
200 g formaggio Gruyère a fettine
2 – 3 uova medie
150 g pangrattato
50 g di burro
qualche fogliolina di timo
sale e pepe
4 stecchini per ogni medaglione
(*) la carne si può sostituire con vitello, tacchino o pollo

Preparazione
Aprire le fette di lonza, metterle all'interno di due fogli di pellicola e batterle fino a renderle molto sottili.
Tagliare a metà le fette di prosciutto e dividere in due quelle di ananas.
Tagliare a lamelle il formaggio, con la mandolina.
Distribuire il prosciutto su una metà delle fette di lonza.
Coprire con mezza fetta di ananas e distribuire le fettine di formaggio Gruyère.
Chiudere a portafoglio le fette di carne e fissare con stuzzicadenti.

Sbattere le uova con il sale ed il pepe e passare i medaglioni, chiusi con gli stecchini di legno, nelle uova che abbiamo preparato in precedenza.
Passarle nel pangrattato mescolato a foglioline di timo.

Per la cottura al forno: allineare sulla placca del forno foderata con carta forno, i nostri medaglioni e adagiare su ognuno un pezzetto di burro.
Infornare a 200°C, forno ventilato, per 20 minuti, girarli e continuare ancora per 5 minuti.

Servire con una bella spruzzata di succo di limone.

Se decidiamo di friggerli scaldiamo l'olio in una padella e rosoliamo i medaglioni a fuoco dolce su entrambi i lati per 5 minuti per parte.

Adattato da: News Esselunga, N. 1 gennaio 2012

domenica 22 gennaio 2012

Stracotto e Brasato di manzo

Stracotto e Brasato di manzo - http://cucinainmusica.blogspot.com/

E' della tradizione Piemontese (la mia Regione) il Brasato al Barolo, in assenza si possono utilizzare anche altri vini rossi, ma corposi, per avere un buon risultato. Non molto diverso per preparazione è lo Stracotto di manzo, che prepariamo con le stesse verdure di base alle quali noi aggiungiamo del pomodoro, sia fresco che in scatola, così da formare un sughetto adatto anche ad essere accompagnato con una buona polenta.

Ingredienti per lo Stracotto di manzo:
1 kg di carne di manzo (*)
1 bicchiere di vino rosso corposo (**)
½ bicchiere di Cognac (oppure di Vin Santo o Zibibbo)
1 cipolla media
½ scalogno
1 cipollotto fresco
2 spicchi di aglio
1 rametto di rosmarino
3 foglie di salvia
4 foglie di basilico
2 foglie di alloro
2 carote - 1 per steccare e 1 a pezzettini
2 gambi di sedano - 1 per steccare e 1 a pezzettini
400 g di pelati, oppure 6 pomodori freschi e della passata di pomodoro (facoltativo)
1 litro di brodo
olio per ungere il tegame
5 chiodi di garofano
sale
pepe in grani

(*) ottima la noce, scamone, girello di spalla, cappello del prete), (link tagli di carne e foto qui e qui)
(**) qui uso ho usato del Freisa (ottimo il Barolo, Nebbiolo, Amarone o Barbaresco) e rinforziamo il vino rosso con ½ bicchiere di Cognac, oppure di Vin Santo o Zibibbo.

PREPARAZIONE della carne
Utilizzare una pentola dai bordi alti e di poco più grande del taglio di carne, così è più facile tenere la carne sempre umida con il suo condimento.

Con un coltello molto appuntito o lo svuota_zucchine (io lo preferisco) creare un'incisione nel senso della lunghezza e formare 2 lunghi fori dove sistemeremo una carota e un gambo di sedano, disposti in modo opposto per creare un decoro al momento del taglio della fetta di carne. Fare lo stesso con l'aglio incidendo la carne in superficie dove infileremo lo spicchio.

Fare il trito con cipolla, sedano, carota e rosmarino.

Mettere in pentola un po' di olio e far sigillare la carne, rosolare bene da tutti i lati, poi irrorare con il brodo (oppure il liquido della marinatura che abbiamo già concentrato, facendolo bollire in un altro tegame); aggiungere il trito di verdure che abbiamo passato al mixer, il brodo e del pomodoro, in stagione anche quello fresco, altrimenti i pelati o la passata di pomodoro, coprire e portare a cottura. La carne deve cuocere “sobbollendo” a fuoco basso, nel caso è possibile proseguire la cottura anche in forno, coprendo la carne e controllando di tanto in tanto il livello dei liquidi.

Protrarre la cottura per 2-3 ore circa; la carne deve essere molto cotta, se necessario prolungare la cottura tenendo sempre a portata di mano del brodo caldo, per tenere la carne sempre immersa nel liquido di cottura. Al termine, togliere la carne che affetteremo e servire con il suo sugo.

Ottimo se servito con la polenta oppure del purè di patate.

Stracotto e Brasato di manzo - http://cucinainmusica.blogspot.com/
Per la PREPARAZIONE del Brasato
La preparazione è quasi la stessa dello Stracotto, si differenzia per la marinatura e per la quantità di vino rosso utilizzata.

Infatti si ottiene un buon brasato se si lascia la carne a marinare con il vino (taluni usano tutta la bottiglia da 750 cl e tutti gli aromi, tenendoli da un minimo di 3 ore ad una notte intera. Per la cottura sgocciolare la carne dalla marinata e tenere da parte il liquido, poi tamponare la carne con un tovagliolo di carta da cucina e prepararlo per la cottura.

Ungere di olio una pentola a bordi alti e rosolare la carne (volendo si può anche infarinare leggermente), saldare bene tutti i pori. Poi aggiungere il trito delle verdure della marinata: sedano, carote, rosmarino, cipolla, aglio, alloro, unire il suo vino e portare a cottura per 2,5 - 3 ore circa (dipende dalla grossezza del taglio di carne).

A cottura ultimata togliere la carne e l'alloro, filtrare il brodo e passare al mixer le verdure, poi unirle di nuovo al fondo di cottura e concentrare.

Se fosse necessario allungare il sugo, farlo con con acqua o brodo, meglio se caldo, nel caso invece il sugo fosse troppo liquido possiamo legarlo con un pochino di farina o di maizena mescolata con del burro.

Utile la visione di questa sequenza fotografica con la preparazione del Brasato al vino rosso.

Tenere da parte qualche pezzetto di questa carne e del suo sugo per fare il ripieno degli Agnolotti al Brasato (o Stracotto).

venerdì 20 gennaio 2012

Pere Profumate alla Cannella

Pere Profumate alla Cannella - http://cucinainmusica.blogspot.com/


Un semplice, e delizioso, dessert di frutta.

Occorrente, considerando 3 porzioni
3 pere Kaiser
10 g di zucchero
1 pizzico di cannella
2 foglie di alloro spezzettate
4 chiodi di garofano
3 cucchiaini di zucchero a velo
2 bicchieri di acqua

Preparazione, utilizzando la pentola a pressione

Mettere nella pentola 2 bicchieri di acqua con le pere e tutti gli aromi.

Cuocere, dal sibilo della pentola a pressione, da 8 a 10 minuti (il tempo dipende dalla grossezza della pera).

Una volta cotte, sgocciolarle dal liquido (salvo 1 cucchiaio che verseremo sopra alla frutta) e porzionarle in una scodellina. Cospargere con dello zucchero a velo e servire.

Si possono consumare sia calde che fredde.

Ricetta di Horas

lunedì 16 gennaio 2012

Orata Farcita in Crosta di Brisèe

Orata Farcita in Crosta di Brisèe - http://cucinainmusica.blogspot.com/

L’orata in crosta, recentemente proposto da Benedetta Parodi nel suo programma Tv “I menù di Benedetta“, è un piacevole secondo piatto, realizzato con i filetti di orata farciti e ricoperti con la pasta brisée.

Ingredienti
½ finocchio
1 scalogno
1 mazzetto di prezzemolo
1 o 2 cucchiaio di pangrattato 
2 rotoli di pasta brisèe
2 filetti di orata
1 uovo per spennellare

Preparazione
Tritare lo scalogno, il finocchio e il prezzemolo e unire il pangrattato.

Appoggiare la pasta brisèe su un foglio di carta forno e stendere il primo filetto di pesce, coprire con la farcia e poi chiudere con il secondo filetto di pesce.

Spennellare l'uovo intorno ai filetti di pesce e coprire con la pasta brisèe, poi ritagliare tutt'intorno dando alla pasta la forma del pesce.

Costruire occhio, pinne e branchia e fare delle incisioni per simulare le scaglie del pesce (ho utilizzato un levatorsoli, oppure usare un cucchiaino) si deve incidere, poi spennellare tutto con l'uovo sbattuto.

Cuocere in forno statico a 180 °C per circa 30 minuti. E' pronta quando il bordo inizia a dorarsi.

Video: come sfilettare l'orata individuando bene le lische, metodo che ho usato qui; è perfetto: http://www.youtube.com/watch?v=qNJCW5stGyk 
come sfilettare velocemente l'orata http://www.youtube.com/watch?v=ZzGTixGWzOc, tenendo i filetti uniti.

Involtini di petto di Pollo

Involtini di petto di Pollo - http.//cucinainmusica.blogspot.com/

Quando li preparo non posso dimenticare quella conversazione in cucina con il mio papà! Ma papà mi dici perchè li chiami “usei scapà” (uccelli scappati) se gli involtini sono fatti con la carne di pollo? E lui, di rimando, “vedi forse degli uccelli nella pentola?”, ed io, confusa e sorpresa, no papà, e lui, ecco perchè dico “chin scapà” (che sono scappati)! Gli involtini il mio papà li adorava.

Ingredienti per circa 12 involtini
2 petti di pollo di media grossezza
12 fette di formaggio da fondere (Fontina, Provola)
6 fette di prosciutto cotto, da dimezzare
12 foglioline di salvia (o 6 divise, se sono grandi)
½ bicchiere di vino bianco con una spruzzata di brandy
30 g di burro
Sale e Pepe
1 bicchiere di brodo di pollo (o acqua ed estratto di pollo)
poca farina bianca
e 12 stuzzicadenti per chiudere la carne


Preparazione
Tagliare le fettine di petto di pollo (proteggere la carne con della pellicola) e batterle leggermente con il batticarne, allinearle su di un vassoio e farcirle con prosciutto cotto (mezza fetta), il formaggio e la fogliolina di salvia.

Arrotolare quindi la carne partendo dal lato più stretto, serrare bene e chiudere infilando lo stuzzicadenti di traverso. Quando sono pronti ripassarli nella farina bianca che asciugherà un pochino dell'umidità della carne.

Sciogliere il burro in una padella e quando è caldo mettere a cuocere i nostri involtini, farli rosolare da tutti i lati. Sfumare con il vino bianco, aggiungere il brodo e il sale e pepe.

Portare a cottura coperto, ci vogliono circa 30 minuti.

Quando sono pronti metterli in un vassoio e con qualche cucchiaio di brodo far alzare il fondo di cottura, avremo così una gustosissima salsa per completare la pietanza.

Mi piacciono accompagnati da purè di patate.

giovedì 12 gennaio 2012

Asparagi con le uova (alla Bismarck)


Asparagi con le uova (alla Bismarck) - http://cucinainmusica.blogspot.com/
Questa ricetta è la prima parte di un progetto per due pietanze:


a) Asparagi con le uova (alla Bismarck)

Nella prima fase pulire, con alcuni accorgimenti, gli asparagi per la cottura, preparandoli già dall'inizio per utilizzarli poi nelle due pietanze.

Dopo aver lavato gli asparagi, per rimuovere la terra, li “spelliamo” nella parte terminale utilizzando un pela-patate (vedere foto), poi prendendoli in mano, uno alla volta, esercitare una pressione con i pollici fino a quando l'asparago si spezzerà proprio dove inizia la parte più tenera; dividere i gambi teneri (gambo e punta) dal gambo che abbiamo spellato.

Può capitare che vengano venduti asparagi con la parte interrata troppo legnosa, in questo caso tagliarla, non ci servirà.

A lavoro finito riunire i gambi con le punte in mazzetti e legarli.

Preparare una pentola sufficientemente alta e metterli a cuocere, sia i mazzetti che i gambi spellati, con poco sale, di norma 15 minuti bastano, in ogni caso controllare la cottura dalla parte del gambo.

Sgocciolare i mazzetti, tenere l'acqua di cottura e i gambi, togliere dal totale da 6 a 9 asparagi, che useremo poi per la ricetta del Risotto con gli Asparagi.

Ed ora prepariamo gli Asparagi con le uova (alla Bismarck)

Ingredienti per 3 porzioni
3 mazzi di asparagi
6 uova
80 g di formaggio parmigiano grattugiato
50 g di burro
Sale e pepe


Preparazione
Abbiamo già cotto gli asparagi e li suddividiamo nei tre piatti cospargendoli di formaggio grattugiato.

In un tegamino far fondere il burro, salare e pepare e rompervi le uova, farle cuocere (all'occhio di bue) tenendo il rosso morbido.
Asparagi con le uova (alla Bismarck) - http://cucinainmusica.blogspot.com/
Versare le uova con il burro sul piatto degli asparagi e servire ben caldo.

NB.: solo per me li preparo rovesciando il metodo: metto gli asparagi nel tegame con il burro, verso sopra parte del formaggio, ci rompo le uova, ricopro con il restante formaggio e porto a cottura, le adoro fatte così!

Risotto con gli Asparagi

Risotto con gli Asparagi - http://cucinainmusica.blogspot.com/
Questa ricetta è la seconda parte di un progetto per due pietanze: 
a) Asparagi con le uova (alla Bismarck)
b) Risotto con gli Asparagi

Dopo aver preparato gli Asparagi con le uova (alla Bismarck) ora organizziamo il Risotto con gli Asparagi.

Ingredienti considerando 3 porzioni:
220 g di riso
6 – 9 asparagi già cotti (più tutti i gambi che abbiamo lessato e il brodo vegetale)
½ scalogno
½ bicchiere di vino bianco con aggiunto 1 cucchiaio di brandy
2 cucchiai da tavola di olio d'oliva
1 pizzico di basilico secco o fresco
sale e pepe
abbondante formaggio parmigiano
poco prezzemolo tritato

Preparazione:
Tagliamo le punte agli asparagi che abbiamo conservato dalla precedente ricetta, ci serviranno per guarnire il piatto, passiamo il resto al mixer con gli altri gambi e qualche mestolino del loro brodo di cottura per fare una purea di asparago.

In una pentola, o nel wok, prepariamo il risotto mettendo sul fondo l'olio, lo scalogno e facciamo tostare il riso. Mettere il vino bianco e farlo evaporare.

Aggiungere la purea di asparagi e qualche mestolo di brodo e cuocere il riso per 15 minuti.

Poco prima della fine cottura del riso (5 minuti bastano) aggiungere le punte che abbiamo conservato, continuare la cottura per 5 minuti.

Quando è pronto unire 1 cucchiaio di olio d'oliva e il prezzemolo tritato, servire con abbondante formaggio parmigiano. 




Ricetta di Horas

mercoledì 11 gennaio 2012

Minestra dolce di Sedano Rapa

Minestra dolce di Sedano Rapa - http://cucinainmusica.blogspot.com/
Adattato da http://www.diet-time.ru/koren-seldereya - Корень сельдерея: вкусное лекарство

Una minestra di facile esecuzione.

Anche questa ricetta proviene dalla tradizione Russa; il sito la suggerisce come pietanza da inserire in un piano dietetico per “La lotta contro l'obesità. Uno degli strumenti più popolari nella moderna medicina "a base di erbe" è la radice di sedano per la perdita di peso (Autore – Anna Khripunkov - Dieta-Time.ru)”.

Ingredienti per 6 porzioni
500 g di radice di Sedano Rapa (circa ½ radice)
1 gambo di sedano
1 cipolla grande
2 patate medie
50 g di panna fresca (sostituibile con latte)
1 lt di brodo di pollo (o acqua e dado)
1 rametto di timo fresco (o qualche fogliolina di timo secco)
1 cucchiaio di olio d'oliva
Sale e pepe

Procedimento

Prepariamo le verdure: pelare e tagliare a cubetti il sedano rapa, tagliare a rondelle il gambo di sedano, affettare la cipolla e pelare le patate.

In un tegame mettere l'olio d'oliva e stufare per 3 minuti le rondelle di gambo di sedano, aggiungere la cipolla e continuare la cottura per altri 6 minuti.

A questo punto, in una pentola, unire alla verdura che abbiamo stufato il sedano rapa, le patate intere, il timo e il brodo (oppure acqua e dado), continuare la cottura per 20 minuti.

A cottura ultimata frullare tutto con l'aiuto di un minipimer, aggiungere la panna il sale ed il pepe e servire.

Sedano Rapa Purè

Sedano Rapa Purè - http://cucinainmusica.blogspot.com/
Molto simile al purè di patate, si utilizza quale contorno a carne o pesce.

Gradevole anche accompagnato da formaggi: mi piace con il formaggio Feta!

Ingredienti
500 g di radice di Sedano Rapa (circa ½ radice)
150 ml di latte
100 ml di panna fresca
20 g di burro
Sale e pepe

Procedimento
Sbucciare il sedano rapa e tagliarlo a pezzetti.
Sbollentare la radice per 3 minuti, poi scolare l'acqua e unire la radice, in un pentolino, con la panna e il latte.

Riportare sul fuoco e far assorbire i liquidi a fuoco dolce.
Con un minipimer frullare il composto fino a farne una bella crema.

Unire il sale ed il burro con qualche goccia di succo di limone.
Guarnire con qualche fogliolina di prezzemolo.

martedì 10 gennaio 2012

Sedano Rapa e Mele – Insalata

Sedano Rapa e Mele – Insalata - http://cucinainmusica.blogspot.com/


Un insalata invernale molto fresca, ben si accompagna con pesce,carne, pollame o selvaggina.

Ingredienti per 4 porzioni
500 g di radice di sedano (corrispondente a circa metà radice)
1 grande mela del tipo acido come la Granny Smith (qui ho usato la varietà annurca)
2 cucchiai di prezzemolo tritato
2 uova sode (*)
2 limoni spremuti (**)
3 cucchiai di olio extravergine d'oliva
1 cucchiaino di Senape in pasta (uso Digione)
1 cucchiaino di senape in granuli (uso Digione)
Sale e Pepe
(*) in alternativa ½ tazza di maionese
(**) in alternativa aceto bianco o aceto di mele
e se vogliamo maggiore cremosità possiamo unire un bel cucchiaio di yogurt bianco.

Preparazione
Per prima cosa cuocere le due uova per 7 minuti e farle raffreddare. Aprirle lateralmente e separare i tuorli dal bianco che useremo dopo.

In una scodella unire ai 2 tuorli (o la maionese) schiacciati con una forchetta, il succo dei limoni, l'olio, la senape, il sale e pepe ed il prezzemolo sminuzzato; omogeneizzare il tutto.

Quando la salsa è pronta preparare il sedano rapa, pelarlo a tagliarlo a julienne, e la mela che taglieremo a cubetti, unirli velocemente alla salsa e girare infatti i due ingredienti tendono a scurire pertanto li gireremo subito nel limone della salsa, unire anche i bianchi tagliati a pezzettini.

Mettere in frigorifero per un paio di ore prima di consumarla.

Variante, per farne un secondo piatto con l'aggiunta di polpa di granchio o gamberetti.

Minestra di Lattuga Romana


Minestra di Lattuga Romana - http://cucinainmusica.blogspot.com/

Una minestra estremamente semplice e veloce da fare, ed è un ottimo calmante per lo stomaco, dato dalle sue proprietà digestive, la prepariamo quando si rende necessario un pasto leggero e delicato.

Infatti le lattughe, che sono consumate generalmente crude, sono altresì ottime anche cotte. Ricche di acqua e povere di calorie, sono una eccellente fonte di vitamina A, C, di Calcio, Fosforo, Ferro, Potassio e di Fibre, che stimolano la digestione. Inoltre hanno proprietà emollienti, sedative e depurative.

A pasta ca lattuga” trova la sua tradizione nella famiglia del nonno Orazio (che ironicamente la chiamava “a cappata di linusa”) in famiglia era considerata un toccasana per uno stomaco un pochino appesantito, in particolare dopo le grandi abbuffate del periodo natalizio.

Anche questa minestra entra di diritto nell'elenco delle minestre per la DIETA visto il suo basso apporto calorico (LATTUGA -LACTUCA SATIVA: tabella calorie - valori nutrizionali).

Ingredienti (rende 3 porzioni circa)
1 cespo di Lattuga Romana (o lactuca sativa, varietà longifolia)
100 g di pasta: spaghetti spezzettati
1 cucchiaio di olio d'oliva
sale e acqua necessaria

Preparazione
Puliamo le foglie della nostra lattuga (possiamo anche usare solo le foglie esterne, in questo caso ne prenderemo due) e la taglieremo a strisce.

A parte prepariamo i nostri spaghetti spezzettati con le mani, li teniamo lunghi circa 2,5 – 3 cm

Mettiamo la nostra acqua i una pentola e ci tuffiamo la nostra lattuga per cuocerla per 10 minuti, (se usiamo la parte tenera della lattuga basteranno 5). A questo punto saliamo la nostra acqua e uniamo gli spaghetti spezzettati, poi portiamo a cottura per il tempo richiesto dal tipo di pasta (di norma da 9 a 12 minuti sono sufficienti).

A cottura ultimata, aggiungiamo 1 cucchiaio di olio d'oliva extravergine e serviamo con del formaggio grattugiato.

Ricetta di Horas

domenica 8 gennaio 2012

Sedano Rapa Minestra con Patate e Carote

Sedano Rapa Minestra con Patate e Carote - http://cucinainmusica.blogspot.com/
Una minestra pronta in 30 minuti, una crema come fondo e le palline degli ingredienti principali: sedano rapa, carota e patata per gustarli singolarmente.

La sua scheda nutrizionale è impressionante: “La radice di sedano contiene una enorme quantità di sostanze nutritive come zinco, potassio, calcio, fosforo, ferro, magnesio, vitamina B, PP, E e A e oli essenziali.

Senza dimenticare che il suo basso contenuto calorico la rende la zuppa ideale per iniziare la …... DIETA! (qui la tabella delle calorie)

Ingredienti
1 sedano rapa (o sedano di Verona)
5 patate medie
4 carote grandi
1 cipolla grossa (varietà dorata)
10 cm circa di gambo di porro
1 pizzico di basilico essiccato
1 pizzico di foglioline di timo essiccato
1 cucchiaio di olio d'oliva
1 cucchiaino di estratto vegetale per brodo
sale e acqua

Preparazione
Pelare tutte le verdure, tagliare a pezzetti piccoli la cipolla e il porro, in 4 pezzi il sedano rapa, le altre intere le metteremo in una pentola a pressione a bollire per 20 minuti.

Quando è cotta la verdura, sgocciolare solo le patate, le carote ed il sedano rapa, con lo scavino ritagliare delle palline di carote, patate e sedano rapa; tutti gli scarti rimetterli nella nostra pentola con le altre verdure e con il minipimer frullare bene il tutto.

Portare ad ebollizione di nuovo e aggiungere le palline di sedano rapa e di carota, far sobbollire qualche minuto poi aggiungere le palline di patata e spegnere il fuoco.

Lasciare ad amalgamare i sapori per qualche minuto mentre prepariamo il nostro piatto con del formaggio parmigiano e qualche fettina di formaggio dolce da fondere.


Sedano Rapa (Apium graveolens -Celery)
Il sedano rapa è una varietà di sedano che ha la parte iniziale della radice molto ingrossata, al punto da formare un globo compatto di circa 15-20 cm di diametro. Il sedano è ricco di vitamine (soprattutto A, C ed E, le tre vitamine antiossidanti per eccellenza), di minerali (in particolare ferro, manganese e potassio). Essendo molto ricco di minerali, è un efficace rimineralizzante utile in caso di demineralizzazione. Il sedano ha un valore calorico molto basso (20 kcal per 100 g), è povero di grassi e proteine ed è ricco di fibre. Il succo delle coste risulta efficace nella cura dei reumatismi. E' indicato per affezioni polmonari Ha proprietà diuretiche, con un'efficace azione drenante sul fegato e sulle vie respiratorie; è pertanto utile in caso di calcoli renali ed insufficienze epatiche. Recenti studi riconoscono al sedano la capacità di ridurre la pressione arteriosa ed il colesterol
Link http://www.my-personaltrainer.it/tabelle-nutrizionali/SEDANO-RAPA.htm

giovedì 5 gennaio 2012

Biscotti e Conchiglie con Ricotta e Marrons Glacés


Biscotti e Conchiglie con Ricotta e Marrons Glacés - http://cucinainmusica.blogspot.com/

Con la stessa base due diverse realizzazioni: dei biscotti con ripieno e delle conchiglie farcite (graditi ospiti Bob e Marla) sempre con lo stesso ripieno e guarnite con marron glacé e panna.

Per la pasta biscotto
500 g di Farina 00
80 g di cacao in polvere
300 g di burro morbido
200 g di zucchero semolato
2 tuorli d'uovo
2 uova intere
1 cucchiaio di vaniglia estratto liquido
2 cucchiai di Rum

Procedimento
1.- Miscelare il burro con lo zucchero fino a formare una crema soffice.
2.- aggiungere il cacao e amalgamare
3.- Aggiungere la farina poco per volta
4.- Aggiungere le uova, tuorlo e poi intere incorporando bene ad ogni aggiunta.
5.- Avvolgere l'impasto in pellicola e mettere in frigorifero a compattare per 30 minuti almeno.
6.- Stendere l'impasto sul piano leggermente infarinato.
7.- Cuocere in forno a 180°C per circa 12 minuti i biscotti e 15 minuti le conchiglie

Nota per le conchiglie ho utilizzato dei gusci di capesante, i biscotti sono tagliati con un coppa-pasta e chiusi a giro con i rebbi della forchetta.

Resa 12 biscotti da accoppiare per fare 6 dolcetti ripieni.
Per la composizione con le conchiglie ho fatto 8 dischi piatti e 8 dischi li ho formati sul retro delle conchiglie, poi poste a cuocere e quando pronte e fredde, staccate con la punta di un coltello molto sottile.

Biscotti e Conchiglie con Ricotta e Marrons Glacés - http://cucinainmusica.blogspot.com/
Per la crema ai marron glacè
250 g di ricotta
300 g di marrons glacès in pezzi (venduti da Oliviero)
8 cucchiai di miele d'acacia

Amalgamare con un mixer e mettere in frigorifero in attesa del suo uso.

Per montare le conchiglie ho messo un disco come piano, un grosso cucchiaio di crema ai marroni su ¾ di biscotto, appoggiato la conchiglia in verticale, facendola aderire bene alla crema per mantenerla in posizione verticale. Guarnito l'interno della conchiglia con panna e marrons glacès interi.

lunedì 2 gennaio 2012

Girasole Pane ai semi di Papavero e Sesamo

Girasole Pane ai semi di Papavero e Sesamo - http://cucinainmusica.blogspot.com/

Preparo spesso i panini al latte, alcuni al naturale e altri con sesamo o semi di papavero, questa volta ho voluto cimentarmi in una lavorazione più complessa per creare un centrotavola di capodanno.

Di seguito lo schema del fiore che prevede 16 petali e 7 bottoni al centro.

Ingredienti:
300 g di farina tipo 00 (uso Coop)
200 g di farina Manitoba (uso Carrefour)
1 bustina di lievito liquido Lievital (o 13 g di lievito di birra, o ½ bustina lievito liofilizzato)
300 g/ml di latte (150+ 150)
40 g di zucchero (30 + 10) (in origine 60)
50 g di burro ammorbidito
8 g di sale fino
e poco olio per ungere la scodella,
poca farina per la spianatoia

Per il Top
1 tuorlo d’uovo diluito in poco latte
Semi di sesamo e di papavero

Procedimento
A- miscelare 150 g di latte, 30 g di zucchero e 1 busta di lievito liquido (o altro a ns. scelta) e far riposare per 40 minuti:

B – Aggiungere 200 g della miscela delle 2 farine al preparato A, e far riposare per 20 minuti.

C - Impasto - Lavorazione con KitckenAid
Aggiungere in sequenza e incorporando poco per volta, in questo ordine, i seguenti ingredienti:
300 g del mix di farine al quale aggiungiamo il preparato B, e incorporiamo alla farina, poi
150 g di latte, 10 g di zucchero, 8 g di sale fino, 50 g di burro morbido per ultimo, e lavorare per 10 minuti circa (se fatto a mano almeno 20).

Porre a lievitare in una scodella, unta con poco olio, coperta da un canovaccio umido in un luogo tiepido o nel forno con la sola luce accesa, fino al suo raddoppio, circa h 1,30.

Riprendere l'impasto stendendolo sulla spianatoia infarinata, e dare le pieghe (link)
Coprire e lasciare a riposo per 15 minuti.

D - Formatura
Per prima cosa pesiamo il nostro impasto; sarà bene munirsi di una bilancia. (qui il mio pesa 943 g) e togliamo dal totale 720 g, corrispondenti a 16 pezzi da 45 g ognuno, che formeremo come tante piccole uova, un pochino più allungate, per formare i petali; il restante impasto lo dividiamo in 7 pezzi che andremo a formare in altrettante palline, per segnare i pistilli.
Prepareremo tre scodelline: in una mettiamo il rosso d'uovo battuto con poco latte e ci muniamo di un pennello da cucina, nel secondo mettiamo i semi di sesamo(A) e nella terza i semi di papavero (B), mentre alcuni li lasceremo al naturale (C).

Prepareremo pertanto:
3 palline rotonde con papavero (B) e 4 palline rotonde con sesamo(A)
6 petali al sesamo (A) e 6 petali al papavero (B)
4 petali al naturale (C)

e  Procederemo cosi:
Prepariamo la placca del forno con un foglio di carta forno, sotto al foglio mettiamo una copia stampata del nostro schema per comporre il girasole (si vedrà in trasparenza il disegno) e lo toglieremo quando avremo finito.
Girasole Pane ai semi di Papavero e Sesamo - http://cucinainmusica.blogspot.com/
Con il pennello andremo a bagnare un lato dei petali, iniziando con quelli al naturale (C) e li sistemiamo, poi procediamo con il centro, spennellando le palline e passandole nei semi di papavero (B) e li sistemiamo negli appositi spazi, procedendo così di seguito con il sesamo (A) fino alla fine.

Terremo i petali leggermente larghi per lasciare lo spazio alla lievitazione e, per quelli centrali, appena sistemati li schiacciamo leggermente con il palmo della mano per allargarli.

Terminata la disposizione togliamo il foglio con lo schema e mettiamo a lievitare per circa h 2,5 ore.

Inforniamo a forno preriscaldato a 180°C , statico, per circa 25-30 minuti, appena iniziano a dorarsi togliere il pane e disporlo su di una griglia a raffreddare. Si può congelare o conservare in frigorifero, in una busta di plastica per alimenti, per alcuni giorni.


Fonte ispiratrice: 
Il pane delle fate di Fabrizio Ligis - Forum http://www.cookaround.com/yabbse1/showthread.php?t=211211&page=2

Tartufi al Cioccolato e Rum

Tartufi al Cioccolato e Rum - http://cucinainmusica.blogspot.com/
Un dessert velocissimo, si prepara con pochi ingredienti e …. fa sempre la sua bella figura!

Occorrente per circa 30 dolcetti:
300 g circa di biscotti passati al mixer fino a sfarinare
qui ho usato 200 g di biscotti da questa ricetta e 200 g di coni da gelato (o biscotti wafer , ma anche un'avanzo di chiacchiere sbriciolate o pan di spagna avanzato e un pochino asciutto).

Cioccolato ingredienti
2 cucchiai da tavola di yogurt denso e cremoso (*)
30 g di zucchero a velo (o semolato macinato)
10 g burro
30 g miele
50 g Rum (**)
100 g cioccolato latte o fondente
100 g di granella di nocciole ricavata frullando (poco) le nocciole.
30 nocciole intere
 (*)o philadelphia o panna liquida, o latte aumentando la quantità di biscotto di 50 g circa.
 (**) Rum liquore ottenuta dalla fermentazione di melassa di canna da zucchero oppure un altro liquore a scelta o, se fatti per i bambini, del latte o sciroppo di frutta.

Procedimento
a) preparare il trito di nocciole per fare la granella.
b) sbriciolare circa 400 g di biscotti a nostra scelta.
c) in un pentolino far sciogliere il cioccolato che avremo spezzettato e unito allo yogurt, burro, miele, rum, zucchero a velo. Appena inizia a scaldare girare con un cucchiaio di legno e togliere dal fuoco, se il cioccolato è ancora in pezzi, riportare per qualche minuto ancora sulla fiamma, poi allontanare il pentolino e girare ancora energicamente (non superare i 60°C). Quando è sciolto trasferirlo in una scodella dove avremo messo i biscotti sbriciolati e amalgamare bene.
Coprire con pellicola e lasciarlo in frigorifero a compattare per qualche ora, o tutta la notte.

Confezione dei cioccolatini
Con l'aiuto di due cucchiaini creare la porzione e farla scivolare nella scodella con la granella di nocciola, poi rotolare il composto e premerlo dolcemente per far aderire le nocciole.
Quando la pallina è pronta infilare nel mezzo la nocciola intera e affossarla chiudendo bene il cioccolato intorno, ripassare nella granella e rotolarla fra le due mani per dare una forma sferica.
Se durante l'operazione il composto diventa troppo morbido riporre in frigorifero per un oretta per farlo indurire. Quando sono pronti coprirli con un film plastico e riporre in frigorifero fino al loro uso.

Sono più buoni se conservati alla temperatura del frigorifero: circa 4°C.
- - -
Se non vogliamo utilizzare dei biscotti commerciali possiamo preparare questo impasto che poi sbricioleremo per fare da base ai cioccolatini.

Per i biscotti
150 grammi di farina
100 grammi di nocciole tritate finemente
50 grammi di mandorle tritate finemente
125 g di burro
100 grammi di zucchero
1 cucchiaio di estratto di Vaniglia
1 tuorlo d'uovo (di norma 1 basta ma se l'impasto risulta troppo secco aggiungerne ancora un pochino)

Preparazione biscotti:
In una scodella mettere farina, zucchero, noci, mandorle, vaniglia, aggiungere il burro a pezzetti piccoli, e amalgamare in un impasto sabbioso. Aggiungere il tuorlo d'uovo . Chiudere in pellicola e mettere in frigorifero per almeno 1 ora. Stendere la pasta mettendola sopra ad un foglio di pellicola e stendere con il mattarello fino ad uniformare l'impasto. Con una formina creare i tagli e allinearli sulla placca del forno coperta da carta-forno. Cuocere in forno preriscaldato a 180°C per 14 minuti circa, sorvegliare attentamente poiché il tempo è in stretta relazione con il diametro e lo spessore dei biscotti.

domenica 1 gennaio 2012

Tartufi al Cocco

Tartufi al Cocco - http://cucinainmusica.blogspot.com/

Ovvero come smaltire molti albumi e creare dei favolosi dolcetti per le nostre feste!

Ingredienti
250 g di zucchero a velo ( anche semolato rimacinato al mixer)
250 g di cocco grattugiato, diviso in 200 g + 50 g (meglio se essiccato per asciugare il composto)
4 bianchi d'uovo (con cocco essiccato 6 paria a circa 159 g totali)
1 pizzico di sale

Preparazione
  1. Sbattere a neve gli albumi con un pizzico di sale.
  2. Aggiungere lo zucchero a velo a cucchiaiate.
  3. Unire 200 g di cocco grattugiato.
  4. Disporre i 50 g di cocco in una scodellina e rotolarvi uno ad uno dei cucchiaini d'impasto di dolcetti, poi arrotondarli nei palmi delle mani.
  5. Disporre un foglio di carta da forno su di una placca e sistemare le palline d'impasto distanziandole fra loro.
  6. Cuocere a 150°C (ho usato il ventilato) per 20 minuti circa, i dolcetti inizieranno a dorare ai bordi quando sono pronti.

Si conservano per lungo tempo chiusi in una scatola di latta.

Nota: il cocco grattugiato si presenta leggermente umido, è molto indicato per la preparazione di torte e biscotti come in questa ricetta “BISCOTTI”: http://cucinainmusica.blogspot.com/2010/12/biscotti.html




Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...