Cerca nel Blog:

lunedì 26 marzo 2012

Cioccolatini farciti con Macaron al thè Matcha

Cioccolatini farciti con macaron al thè Matcha - http://cucinainmusica.blogspot.com/

Dopo la prima esperienza, del tutto casuale e, visto il risultato, ho riprovato a fare la trasformazione dei macaron, usandoli per il ripieno di questi cioccolatini: sono piaciuti moltissimo; gli ospiti, che li hanno gustati, hanno trovato il ripieno molto buono e delicato e stentavano a credere che non fossero stati acquistati in pasticceria … esperimento riuscito ….!

Ingredienti per il ripieno
- 160 g Macaron macinati (in alternativa usare delle meringhe commerciali)
- 90 g di Latte condensato zuccherato (qui la ricetta)
- 50 g circa di Zucchero a velo (quanto ne serve per addensare il composto)
aromi: all'origine i miei Macarons erano al thè Matcha

Preparazione (per 15 – 20 cioccolatini dipende dalla grandezza)
Prendiamo i nostri “Macarons fallitii” e li passiamo in un mixer adatto a macinare la frutta secca, useremo il tasto pulse alcune volte per rompere i biscottini. Nota se sono ben secchi avremo una polvere in caso contrario un impasto morbido; ma andranno bene entrambi.

Mescolare il latte condensato con il nostro impasto, e aggiungere lo zucchero a velo; regolare la quantità, dello zucchero, in base all'umidità del prodotto (lo deve asciugare un pochino).

Ora prepareremo delle palline che mettiamo in frigorifero ad indurire prima di ricoprirle con il cioccolato fuso.

Preparazione del cioccolato fuso
100 g cioccolato fondente (o al latte)
10 g di burro

Predisporre un bagno-maria e portare l'acqua a bollire, poi spegnere il fuoco e sciogliere il cioccolato mescolando bene, successivamente aggiungere il burro e incorporare e lasciar intiepidire.

Prendere le nostre palline di ripieno e infilzarle con degli stuzzicadenti per maneggiarle più agevolmente. Con l'aiuto di un cucchiaino immergerle nel cioccolato fuso e poi disporle su un vassoio foderato con carta forno per farli raffreddare.

Completare l'indurimento passandoli in frigorifero per qualche ora.

Per conservarli li tengo in un contenitore chiuso, nel comparto meno freddo del frigorifero.

------------------------------------------------------------------
100 g albumi di 4 gg + 2 gocce di succo di limone, e fatta la meringa italiana
100 g farina di mandorle, 100 g di zucchero a velo.
colore e aroma: 1 cucchiaino di thè Matcha.
Cottura a 150°C - ventilato per 12 minuti

lunedì 19 marzo 2012

Torta Graziano

Torta Graziano - http://cucinainmusica.blogspot.com/ 
Una torta creata di getto, per un ospite, Graziano, davvero speciale “un compositore e paroliere” in piena attività creatività, al quale auguro tanto successo!

La torta ha avuto un “working progress” non avevo abbastanza crema né sufficiente varietà di frutta fresca per farcire e decorare, così “la creatività” ha dovuto sopperire, e ne è nata una torta nuova, che è piaciuta moltissimo; non avendo un nome proprio ed essendo nata in occasione dell'ospitalità a Graziano ha preso di diritto il suo di nome!

Cosa serve:
Una base di Pasta Frolla dura, che avevo già pronta (segue ricetta)
Circa 200 g di crema pasticcera ben soda che avevo in congelatore (segue ricetta)
Frutta per guarnire, avevo una vaschetta da 150 g di mirtilli freschi  (o confettura)
50 g di Latte condensato, ne tengo un vasetto pronto in frigorifero (qui la ricetta)
150 g di yogurt bianco denso, lo faccio settimanalmente e non manca mai (qui la ricetta)

Per il resto si tratta di assemblare gli ingredienti e mettere in frigorifero, anche tutta la notte. E' meglio utilizzare una Frolla dura perchè così l'umidità degli ingredienti, che inevitabilmente si trasferisce sulla torta, non la rende troppo umida e molle al taglio.

Preparazione della crema con yogurt e latte condensato
4 g di gelatina (2 fogli di gelatina Paneangeli) e 2 cucchiai di latte
Ammollare la gelatina per 10 minuti, strizzare e sciogliere in poco latte scaldato al microonde per pochi secondi, poi incorporare allo yogurt e mettere in frigorifero.
Quando si è raffreddato unire il latte condensato e conservare in frigorifero fino al momento del suo uso.

Preparazione della frutta
150 g di mirtilli freschi passati in padella con 4 cucchiai di zucchero
Mescolare i mirtilli con lo zucchero e cuocere per 5 minuti, poi farli raffreddare.

Assemblaggio
Componiamo la crostata di Frolla, mettendo la crema pasticcera sul fondo come primo strato, poi sopra, stendiamo l'impasto fatto con il Latte condensato e yogurt, copriamo con la frutta che abbiamo preparato in precedenza e, volendo, possiamo creare dei ghirigori. 

. - . - . - .

Pasta Frolla dura
Ingredienti per una torta di 26 cm di Ø
250 g di farina 00
2 tuorli
150 g di zucchero semolato
100 g di burro.
Cotta “in bianco” (carta forno e fagioli secchi) a 180°C per 25 minuti

. - . - . - .

Crema Pasticcera soda con Maizena e Farina di Riso.
400 latte intero
100 panna liquida (o tutto latte)
4 tuorli d'uovo medio
60 g di farina di mais (Maizena)
30 g di farina di riso
100 g di zucchero semolato
1 cucchiaio di estratto di vaniglia (o 1 bustina di vanillina)
2 belle fette di scorza di limone (solo la parte gialla)

e facoltativo
- 50 g di burro da spalmare sulla superficie per non far indurire la crema (io preferisco mettere la pellicola a contatto della crema) mentre si raffredda
- 1 bicchierino di limoncello (o altro liquore se la preparazione lo richiede)
- 1 g di gelatina per addensare (qui non serviva perché già incluso nella ricetta della farcitura)

Preparazione crema:
Togliere dal totale mezzo bicchiere di latte e poi unire latte e panna, le scorzette di limone e la vaniglia, scaldare fino a che raggiunga quasi l'ebollizione, poi togliere dal fuoco ed eliminare le scorzette di limone. A parte unire i tuorli con lo zucchero e quando sono amalgamati unire la farina e l'amido ben mescolate e incorporare il latte freddo che avevamo conservato.

Incorporare al composto il latte (lo passiamo con un passino per eliminare il velo che si forma sulla superficie) e lo riportiamo sul fuoco per pochi minuti (con la Maizena basta 1 minuto di cottura per le farine considerare circa 3 minuti) sempre girando e a fiamma bassa, per non far attaccare la crema.

Quando è pronta travasare subito in un contenitore freddo mettere il burro, o coprire (o entrambi se vogliamo la crema più vellutata) e porre a raffreddare. Se serve si può congelare, fresca consumarla entro 2 giorni conservandola in frigorifero.

martedì 13 marzo 2012

Pollo croccante

Pollo croccante - http://cucinainmusica.blogspot.com/

Mariniamo il petto di pollo e lo passiamo nella panatura, steso su carta forno e infornato è pronto in pochissimi minuti. Ottimo quale “Fingers Food”, caldo o freddo, per un “Pic nic”, per farcire un panino, da congelare e cuocere all'ultimo momento, insomma una grande risorsa e in più “è buonissimo” e facile facile!

Per condire uso, oltre al latte misto a yogurt, quei famosi e frequentissimi mix di pepe colorato che spesso riceviamo con i regali di Natale e non sempre sappiamo come usare.

Ho provato anche con il petto di tacchino e la ricetta è riuscita benissimo.

Inoltre questa ricetta consente di congelare la carne già pronta per la cottura, prima stesa su di un vassoio e poi chiusa in un sacchetto alimentare, lo faremo non appena avremo finito di fare la panatura e poi possiamo cucinarla sia da scongelata che, volendo, addirittura dal congelatore al forno.

Ingredienti (da proporzionare secondo la quantità)
2 petti di pollo di media misura
1 bicchiere di pane grattugiato (o 1 cup)
1 bicchiere di latte (o latticello)
2 cucchiai da tavola colmi di yogurt
1spicchio di aglio
1 cucchiaio da tavola di pepe rosa o mix di pepe colorato
1 cucchiaino di paprika (o altro a piacere)
½ cucchiaino di sale
2 cucchiai da tavola di formaggio grana
2 cucchiai da tavola di farina di mais
poco burro e olio d'oliva

Preparazione
Per prima cosa ci muniremo di un contenitore da frigo con coperchio.
Mettiamo il latte con lo yogurt, l'aglio tagliato a fettine sottili e il pepe colorato; uniamo la carne, già tagliata a fettine, e la bagniamo nel composto, chiudiamo il contenitore e mettiamo in frigorifero per circa 1 oretta.

Nel frattempo prepariamo il nostro pane secco grattugiato, lo facciamo tostare in una pentola antiaderente, badando a non farlo bruciare, tenere il fuoco basso e girare frequentemente, aggiungere la paprica, un pizzico di sale.

Togliere dalla pentola e travasare in un vassoio adatto poi alla successiva impanatura, aggiungere il parmigiano e amalgamare bene.

Sgocciolare la carne dal condimento e premerla con il pangrattato, sia sopra che sotto, anche più volte, sistemare i pezzi pronti su di una placca da forno foderata con carta forno e continuare fino alla fine. La quantità aumenterà considerevolmente quando è impanata.

Nota se prevediamo di congelarne una parte farlo in questa fase.

Preriscaldare il forno a 230°C – ventilato e cuocere per 9 – 10 minuti (è pronto quando i bordi iniziano a dorarsi), se stiamo usando del prodotto congelato prolungare a 12 – 14 minuti circa (controllare). 
Servire con salsa Ketchup.

lunedì 12 marzo 2012

Pasta verde - Tagliatelle prosciutto e piselli

Pasta verde - Tagliatelle prosciutto e piselli - http://cucinainmusica.blogspot.com

Pasta fatta in casa, colorata con la pelle delle zucchine: semplice, veloce e buonissima.

Ingredienti per circa 6 porzioni
200 g di farina di semola rimacinata (uso la De Cecco)
1 uovo grande intero
2 albumi (sostituibili con acqua)
4 zucchine di cui uso solo la pelle verde
2 cucchiai di olio d'oliva
1 pizzico di sale fino

Condimento
4 fette alte di prosciutto cotto tagliate a dadini
300 g di piselli surgelati
100 g di formaggio gorgonzola dolce (sostituibile con altro cremoso)
poco olio d'oliva
1 cipollotto fresco, usiamo la parte verde (o scalogno)
½ cucchiaino di estratto per brodo vegetale e poca acqua
poco prezzemolo per profumare e guarnire

Preparazione della pasta fresca
Pelare con il pelapatate le zucchine e metterle nel mixer, unire la farina le uova, l'olio il sale e amalgamare bene (vedere anche questo Post). Nota possiamo anche scottare nel microonde la pelle delle zucchine con poca acqua e poi frullarle; in questo caso occorrerà più farina per assorbire i liquidi aggiunti.

Passare l'impasto sul tagliere infarinato e lavorarlo con poca farina fino a quando non è più appiccicoso. Coprire e porre in frigorifero per 1 oretta (può restare anche tutta la notte)

Tirare la pasta, io uso il KitchenAid, fino al numero 3, la lasciamo un pochino più alta.

Mettiamo l'accessorio per tagliare le nostre tagliatelle che mettiamo ad asciugare ben allargate su di un vassoio dove avremo messo della farina di semola.

Nel frattempo prepariamo il condimento e mettiamo a scaldare l'acqua per la cottura: se la usiamo subito bastano 4 minuti, se ne rimane per il giorno successivo ne occorreranno circa 7 (assaggiare).

Mettiamo ad appassire il nostro cipollotto con olio, poi uniamo il prosciutto cotto, 2-3 cucchiai di acqua con mezzo cucchiaino di estratto vegetale per brodo e uniamo i piselli, quando sono cotti uniamo il formaggio, stemperandolo con il condimento, e uniamo la pasta che cuociamo con il condimento giusto il tempo di far amalgamare il tutto e serviamo con un bel trito di prezzemolo ed una spolverata di parmigiano.

Ricetta con il contributo creativo di Horas

domenica 4 marzo 2012

Come fallire i nostri Macarons ed essere felici!

Come fallire i nostri Macarons ed essere felici! - http://cucinainmusica.blogspot.com/


How to fail your Macarons and be happy! - Or Comment échouer notre Macarons et être heureux!

Ovvero: Macarons falliti e Cioccolatini riusciti!

Dopo tanto lavoro e impiego di materiali come mandorle zucchero, zucchero a velo, coloranti o essenze e forno, tempo, tanto tempo e ….. veder FALLIRE la riuscita dei nostri MACARONS è una grande delusione.

Il primo istinto è quello di buttare tutto nella spazzatura ma, per chi è cresciuto con la cultura che “il cibo non si butta mai” questo è anche un grande dispiacere.

E allora occorre un po' di creatività per trasformare il nostro fallimento in un successo e questo si può fare. Per prima cosa dobbiamo abbandonare quella faccia dispiaciuta e dipingere un gran bel sorriso perchè si può trasformare il tutto in un successo!

Mettiamo i nostri “Macarons falliti” ad asciugare, ben aperti sopra ad un vassoio per 1 giorno almeno (oppure nel forno spento sempre ben aperti sopra al vassoio).

Utilizzeremo i nostri Macarons falliti per fare da ripieno a dei buonissimi cioccolatini; in questo caso i miei erano fatti con il succo dei mirtilli, con questo frutto ho dato un colore naturale ai macarons come volevo ma, purtroppo, anche troppa umidità all'impasto che si è poi appiattito nel forno!

Ingredienti per impasto da usare come ripieno
- 300 g Macarons falliti, macinati
- 170 g di Latte condensato zuccherato (qui la ricetta)
- 100 g circa di Zucchero a velo (serve per addensare il composto)
opzionale, o se all'origine i nostri Macarons erano al naturale
- colorante
- liquore o altri aromi

Ingredienti per copertura di cioccolato
- 450 g di Cioccolato fondente o al latte o bianco ed eventualmente del colorante
- 45 g di burro ammorbidito
Sciogliere a bagno maria e da tiepido incorporare il burro girando vigorosamente l'impasto.

Come fallire i nostri Macarons ed essere felici! - http://cucinainmusica.blogspot.com/ 
Preparazione
Prendiamo i nostri “Macarons falliti” e li passiamo in un mixer adatto a macinare la frutta secca.

Prestare attenzione qui: dobbiamo usare il tasto pulse alcune volte per rompere i biscottini e poi avviare il mixer prestando attenzione a non farlo lavorare troppo, appena avremo sbriciolato il tutto fermare il mixer e travasare in un contenitore aperto.

Nota se sono ben secchi avremo una polvere in caso contrario un impasto morbido; andranno bene entrambi.

Mescolare il latte condensato con il nostro impasto, e aggiungere lo zucchero a velo; regolare la quantità, dello zucchero, in base all'umidità del prodotto (lo deve asciugare un pochino).

Ora prepareremo delle barre formando il composto in rettangoli (o delle palline) e bagniamo con la cioccolata fusa. Metterli poi su una gratella a sgocciolare.

Sono buonissimi freddi da frigorifero.

Possiamo anche optare per preparare un'unica forma, ne sceglieremo una adatta, la foderiamo prima con pellicola, poi spalmiamo della cioccolata sul fondo, sopra sistemiamo l'impasto e chiudiamo ancora con la cioccolata. Mettiamo in frigorifero ad indurire. 

Quando è pronto possiamo tagliarlo e
- tenere i pezzi così come sono, oppure li andiamo a 
- ricoprire ulteriormente con della cioccolata.

Per la ricetta dei Macarons ho usato:
230 g albumi di 4 gg + succo di 1 limone, fatto meringa italiana
230 g farina di mandorle + 30 g di farina 00 (per dolci)
230 g di zucchero a velo
colore: 2 cucchiai di succo fatto con zucchero e mirtilli cotti 5 minuti e filtrati.
Cottura a 150°C - ventilato per 12 minuti

Come fallire i nostri Macarons ed essere felici! - http://cucinainmusica.blogspot.com/ 
Altri biscotti rovinati sono stati messi come Top in un dolce al cucchiaio, fatto con crema pasticcera e panna montata (50/50) e guarnito con panna montata e briciole di Macarons falliti colorati con il mirtillo.

Secondo esperimento, perfettamente riuscito, vedere qui: http://cucinainmusica.blogspot.it/2012/03/cioccolatini-farciti-con-macaron-al.html

venerdì 2 marzo 2012

Ravioli di Pizzo ai Broccoli e Condilieve

Ravioli di Pizzo ai Broccoli e Condilieve - http://cucinainmusica.blogspot.com/
Il condimento lo possiamo usare anche per condire dei maccheroni, in questo caso metteremo il ripieno e il condimento insieme nella pentola e faremo saltare con la pasta, cotta al dente, per qualche minuto

Se vogliamo fare i ravioli procediamo con la preparazione della pasta fresca che poi andremo a farcire.


Per la preparazione della pasta fresca, occorrente per 3 porzioni
160 g di farina di semola rimacinata
1 uovo
1 cucchiaio di olio d'oliva

Per il ripieno
broccoletti cotti al vapore e spezzettati (solo la parte più tenera)
1 fetta di prosciutto cotto tagliato a pezzettini
50 g circa di formaggio Philadelphia
10 olive nere spezzettate
2 cucchiai di formaggio parmiggiano

Per condire
2 vasetti di Condilieve (o panna da cucina)
2 cucchiai di formaggio parmiggiano
qualche oliva spezzettata
poco olio d'oliva

Preparazione
Preparare la pasta secondo questa ricetta qui
Tirare la sfoglia e con il coppa_pasta creare dei dischi della misura corrispondente alla forma della “Delicia della Tescoma” per chiudere i ravioli formando il disegno.

Sminuzzare i fiori dei broccoli, incorporare il formaggio Philadelphia e le olive spezzettate.

Sistemare sul forma raviolo il disco di pasta e farcire con un cucchiaio di ripieno, chiudere la forma pressando per formare un bellissimo raviolo con il pizzo!

Cuocere in acqua salata per pochi minuti e dopo averli sgocciolati farli saltare in padella dove avremo messo poco olio, qualche oliva e i vasetti del condimento, far asciugare un pochino la crema, cospargere di formaggio e servire.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...